Chianti Classico Collection 2015

Chianti Classico Collection 2015

Print Friendly, PDF & Email

Ritratti fotografici per parlare di Chianti Classico, tra volti noti e volti meno conosciuti del panorama enologico italiano  È con questa immagine che Chianti Classico Collection 2015, la manifestazione che si svolgerà il 17 e il 18 febbraio alla Stazione Leopolda di Firenze, si propone quest’anno ai suoi estimatori in continua crescita.

149 produttori, in primo piano, protagonisti insieme alle 517 etichette in degustazione, 39 anteprime da botte della vendemmia 2014 e 56 Gran Selezione, per un totale di 6200 bottiglie che saranno aperte e servite da una squadra di 50 sommelier nei due giorni di manifestazione. Tutti insieme, ognuno con le sue caratteristiche, uniti nel Consorzio, che con i suoi 90 anni è il più antico d’Italia.

Le nuove annate del Chianti Classico saranno presentate ai massimi esperti del settore in un evento sempre ricco di occasioni e di spunti. Il valore della coesione sarà anche il tema del dibattito che si svolgerà il martedì 17 alle ore 12,  che metterà a confronto i produttori vitivinicoli, in particolare quelli del Chianti Classico. Sul palco, a condurre l’incontro il conduttore e vice direttore del Giornale Nicola Porro che per primo coinvolgerà il presidente Sergio Zingarelli Presidente del Consorzio Vino Chianti Classico  in un racconto a più voci sul mondo del  vino.
Lo stesso giorno, come ogni anno, sarà dedicato alla stampa nazionale e internazionale mentre il giorno successivo, mercoledì 18 la partecipazione sarà aperta anche agli operatori del settore che potranno incontrare i produttori e testare le diverse proposte.

I vini presentati a Chianti Classico Collection 2015 “nascono– come ricorda il presidente Zingarelli – da un territorio che il prossimo anno festeggerà il trecentesimo anniversario dall’editto granducale del 1716 di Cosimo III de’ Medici, con il quale vennero stabiliti per la prima volta i confini del nostro territorio di produzione. In tutto questo tempo si sono avvicendati Granduchi, produttori, disciplinari, mercati e mercanti, consumatori, vendemmie, appuntamenti storici e normali momenti di vita rurale, ma il nostro terroir, la nostra uva e la nostra passione sono sempre gli stessi.”

Come sempre tanti e di grande levatura i nomi che accompagnano l’evento con degustazioni e incontri: Consorzio del Prosciutto di San Daniele, Consorzio Tutela Grana Padano, Consorzio Tutela Mozzarella di Bufala Campana Dop, Consorzio del Prosciutto Toscano, Consorzio Tutela Pecorino Toscano Dop, Consorzio di tutela oliva da mensa D.O.P – La Bella della Daunia – cultivar La Bella di Cerignola, Consorzio Aceto Balsamico di Modena IGP, Consorzio del Formaggio Parmigiano-Reggiano, Consorzio per la Tutela del Formaggio Gorgonzola Dop, Consorzio Mortadella Bologna.

 

Roberta Capanni

About The Author

Avatar

Vicedirettore

Related posts