Chef italiani tra i migliori del mondo a The Best Chef Awards

Chef italiani tra i migliori del mondo a The Best Chef Awards

Print Friendly, PDF & Email

Ben dodici sono gli chef italiani nella top di 100 finalisti, piazzando l’Italia al secondo posto dei paesi partecipanti a The Best Chef Awards, uno degli appuntamenti annuali per i riconoscimenti ai migliori chef del mondo.

The Best Chef Awards, al suo terzo anno di vita, dopo Varsavia nel 2017 e Milano nel 2018, sceglie Barcellona per le finali che si svolgeranno dal 23 al 24 settembre 2019.

La terza edizione di The Best Chef Awards ha introdotto delle novità.
Prima tra tutte, la riduzione della rosa dei finalisti da 300 a 100, al fine di rendere meno complicata la procedura di voto della giuria. Tuttavia, la selezione iniziale degli chef rimane molto severa e si avvale del giudizio di professionisti del settore, chef, sommelier, gourmet, fotografi, ecc.

La seconda novità è la soppressione della categoria “Lady”, in nome della parità di genere e delle pari opportunità che la professione di chef dimostra a tutti i livelli, cominciando dai corsi di formazione. Cristian Gadau, Direttore Creativo del The Best Chef Awards, ha chiarito: «Abbiamo deciso di cancellare il Lady Chef Award, in quanto crediamo che sia necessario al fine di creare una selezione dei 100 migliori chef senza far nessun riferimento a genere o etnia, ma soltanto considerando gli aspetti meritocratici e i voti di cuochi e altri professionisti».

Sono previste, inoltre, due nuove categorie, il “Legend” Award per premia lo chef che ha un impatto cruciale sul mondo della gastronomia, e il premio “New Entry” riservato allo chef che esordisce nella rosa dei candidati e che ottiene il punteggio più alto.

Infine, per tutto il mese di agosto la comunità dei foodie potrà esprimere le preferenze on-line per il Best Chef Fol-LOVERS Award, premio speciale riservato alla comunità di follower del Best Chef.

Riassumendo, l’edizione 2019 di The Best Chef Award di Barcellona premia nove categorie: The Best Chef Award Top 100, The Best Chef City Gourmet Award, The Best Chef Rising Star Award, The Best Chef Fol-LOVERS Award, The Best Chef Pastry Award, The Best Chef FoodArt Award, The Best Chef New Entry Award, The Best Chef Voted by Chef Award e The Best Chef Legend Award.

Per l’Italia i concorrenti sono: Massimiliano Alajmo, Andrea Aprea, Enrico Bartolini, Massimo Bottura, Enrico Crippa, Antonio Guida, Norbert Niederkofler, Davide Oldani, Floriano Pellegrino, Christian Puglisi, Niko Romito e Mauro Uliassi.
I primi cinque finalisti dello scorso anno, Joan Roca (Spagna), Rene Redzepi (Danimarca), David Muñoz (Spagna), Björn Frantzén (Svezia) e Jonnie Boer (Paesi Bassi), sono nuovamente presenti tra i top 100 del 2019, così come molti altri nomi familiari delle edizioni precedenti.
La lista completa è disponibile su https://www.thebestchefawards.com/finalists.

Un’ultima novità del programma di quest’anno è il Simposio ‘Food Meets Science’, che avrà luogo a Barcellona il 23 settembre presso The Old Estrella Damm Brewery. The Best Chef Awards presenterà un progetto interdisciplinare che consisterà in uno scambio tra scienza e cucina con l’obiettivo di far luce su cosa accade realmente nel nostro cervello quando mangiamo e su come il nostro cervello influenza la scelta del cibo. Per ulteriori informazioni https://www.foodmeetsscience.com/ or https://www.facebook.com/foodmeetsscience/

Il galà di premiazione con l’annuncio dei vincitori del 2019 si terrà presso l’Università di Barcellona in collaborazione con l’Agenzia del Turismo della Catalogna.
I biglietti per la serata di gala sono disponibili su https://www.thebestchefawards.com/tickets

Maura Sacher

About The Author

Related posts