Punti di Vista

Ce l’hanno fatta in barba

Ci hanno trattato da stupidi proprio per bene e non ve ne siete accorti.

Il Cts si è lavato le mani e ha affidato al Governo la decisione sulla scelta della giornata per togliere le mascherine dalla faccia.
Il Governo ha deciso per il 28 giugno, lunedì prossimo.
Ma solo all’aperto.
Finalmente ci hanno concesso di circolare in bicicletta e di fare passeggiate in montagna, in solitaria, senza museruola.

Però, bisogna comunque portarsela dietro, pronti ad indossarla per entrare in un negozio, in un ristorante, in un bar, al supermercato, per salire su un autobus, per entrare al cinema, a teatro, alle mostre. Insomma, in tutti i luoghi chiusi, come prima!

Come prima!

È da aprile dello scorso anno che ci viene detto di indossare la mascherina in tutti i luoghi aperti al pubblico, quando non si è sicuri della distanza di sicurezza equivalente ad almeno un metro.
È chiara la frase? “Quando non si è sicuri della distanza di sicurezza equivalente ad almeno un metro”.

L’altro giorno persino il catastrofista prof. Galli ha affermato che così fa anche lui!
Avete letto bene? Massimo Galli, l’infettivologo.
E perché lui sì e gli altri Italiani no?
Perché non lo hanno mai fatto?

Semplice: perché gli Italiani ascoltano le menzogne imposte ai media.

Però, se le persone “curiose” fossero andate a leggere all’interno di quella tendina che si manifesta sotto ogni post su Facebook che contenga la parola “vaccini” o anche “vax”, avrebbero capito che quello che si predicava era proprio una colossale balla.
Sulla tendina è scritto: “Visita il Centro informazioni sul Covid-19 per risorse sui vaccini” e sotto “Ottieni informazioni sui vaccini”.
Cliccando su questa frase si va a finire su un link “face book.com/coronavirus_info/?” eccetera.
Avendo pazienza, scendendo e scendendo, si arriva a “Suggerimenti comuni per la prevenzione”, con vignette esplicative.
La prima mostra una persona con la mascherina sulla faccia e sotto la didascalia: “Quando non puoi mantenere la distanza di sicurezza dalle altre persone, copriti bocca e naso con una mascherina.”
Sotto c’è la Fonte: Organizzazione Mondiale della Sanità.

E tutto mentre fioccavano multe per i “trasgressori”.

E, dunque, ci stanno ancora prendendo in giro!

Si sono giocherellati la nostra libertà come hanno voluto. Ci hanno rinchiuso, quando lo hanno voluto, ed ora ci calano dal loro alto trono una “pseudo” libertà.

Beh, come non credere che sotto ci sia una convenienza: si è aperta la stagione balneare e turistica, si stanno svolgendo i Mondiali di Calcio, e giusto in tempo l’Italia è risorta tutta bianca.
E come altrimenti conciliare la ripresa economica, promessa alla von der Leyen che ci ha portata la pagella con “Promosso”?

E c’è pure chi ringrazia, e pure chi si attribuisce meriti, quando già l’abolizione della mascherina all’aperto doveva essere applicata da tempo! Se solo fossimo stati tutti intelligenti!

Maura Sacher

 


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Articoli correlati

Guarda anche
Close
Back to top button