Curiosità

Carbonara pasta preferita a domicilio

Ieri 6 aprile era il Carbonara Day 2019, la Giornata nazionale dedicata alla “Carbonara”, al piatto di pasta che tutti gli italiani conoscono, e pure gli stranieri di passaggio, e che sostanzialmente in ogni casa o ristorante ognuno fa a modo suo.

La ricetta tradizionale di questo piatto di pasta asciutta vuole come ingredienti base per la salsetta di condimento: il guanciale, il pecorino romano e il pepe nero, oltre alle uova, fresche perché vengono consumate crude. Non è il momento di discettare sulla ricetta originale e sulle sue varianti, che si piegano alle necessità contingenti (non avere a disposizione guanciale e pecorino bensì pancetta e parmigiano) o ai vari gusti personali (eliminare il pepe o utilizzare la panna o addirittura dare una scaldata alle uova); e nemmeno discutere se, oltre agli spaghetti, sono validi i rigatoni o altro tipo di pasta.
Qui, in questa Rubrica, vogliamo riportare la notizia che giunge dall’Osservatorio Just Eat, l’ufficio incaricato di ricerche sul cibo a domicilio della arcinota piattaforma on-line che riceve gli ordini dei clienti affamati e li direziona alle cucine convenzionate per portare a destinazione le pietanze calde.

Secondo le evidenze dell’Osservatorio Just Eat, diffuse in occasione di #CarbonaraDay, la Carbonara è la pasta preferita a domicilio dagli italiani, soprattutto in versione spaghetti, con oltre oltre 6.000 kg ordinati, un incremento di richieste del +110% nel 2018. A seguire, in fatto di pasta, le tagliatelle al ragù e la Amatriciana.

I richiedenti una Carbonara a domicilio sono soprattutto gli uomini, in particolare tra 26-35 anni, seguiti dai giovanissimi 18-25.
Prevalgono gli impiegati che preferiscono gli spaghetti (la ricerca evidenzia una top tend di preferenze sul tipo di pasta, inclusi il supplì e gli Arancini), e se li fanno portare anche in ufficio, pausa pranzo.

La ricerca, realizzata da Just Eat su un campione di 10.000 utenti in 10 città italiane, esamina anche luogo per luogo il gradimento e mette in evidenza che, sugli oltre 6.000 kg ordinati nel corso del 2018, prevale Roma (patria della Carbonara) con quasi 3.000 kg consumati a domicilio; Catania con 110 kg segna una crescita del +364% di ordini (ove, per un tocco di tipicità territoriale, spopolano gli arancini alla carbonara), Palermo del +190% e Genova del +172%.
Minore incidenza di crescita è registrata in città del Nord come Trieste con +80%, Milano con 78%, Bologna e Padova, rispettivamente con +58% e +40%.
A Verona gli appassionati di carbonara si sono accontentati di 101 kg, preferendo bigoli e bucatini.

Per concludere la carrellata a volo d’angelo tra le informazioni della ricerca, un paio di note curiose: gli appassionati di carbonara sono maggiormente gli uomini rispetto alle donne; sono soprattutto gli studenti (18-25) che si sbizzarriscono in fantasia riguardo alla ricetta tradizionale; se amati in assoluto restano gli spaghetti, gli uomini preferiscono le linguine mentre le donne i rigatoni.

Maura Sacher


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Articoli correlati

Back to top button