Notizie Italiane

Boccaccesca, a Certaldo 18 anni di successi

Boccaccesca compie 18 anni. Un evento importante per la manifestazione dedicata al gusto nata a Certaldo che gli organizzatori hanno intenzione di rendere indimenticabile all’insegna della fiducia nel futuro. Dal 7 al 9 ottobre 2016  tutta la città festeggerà con un “ritorno al passato”, quel passato in cui l’Italia e gli italiani avevano sogni e speranze di crescita e la cucina italiana uscì dalle mura casalinghe per aprirsi nuove strade.

Boccaccesca e il suo viaggio emozionale

Un viaggio emozionale che partendo dall’enogastronomia,  sempre regina della manifestazione, attraverserà il mondo dell’arte e dell’artigianato. E così il decennio miracoloso dal 1960 al 1970, quello che cambiò la visione enogastronomica del nostro paese sarà il filo conduttore di questa manifestazione “ormai diventata maggiorenne” senza dimenticare lo spirito toscano che nella patria di Giovanni Boccaccio non può mai mancare.logo (Boccaccesca1)

Boccaccesca rende omaggio a Gualtiero Marchesi

Claudia Palmieri, storico direttore artistico della manifestazione, parla di quegli anni pionieristici quando “modeste trattorie si trasformano in ristoranti di qualità, aumenta la sensibilità verso il recupero e la valorizzazione del prodotto tipico territoriale e anche il vino assume un’importanza che fino ad allora non aveva mai avuto al punto che le aziende familiari diventano capisaldi della storia vitivinicola italiana nel mondo. E mentre in Francia La Nouvelle Cuisine che esige materie prime di ottima qualità  – continua Palmieri – ma caratterizzata da piccole quantità di cibo, Gualtiero Marchesi in Italia inventa una Nuova Cucina Italiana, creativa, rispettosa del prodotto, ma in porzioni degne di tale nome. Ecco allora che  Boccaccesca, che da 18 anni, è una rassegna dedicata ai piaceri del gusto, in questa edizione in cui diventa adulta, vuol rendere omaggio proprio al grande maestro Gualtiero Marchesi”.

cipolla di certaldoCertaldo tutta si mobilità per Boccaccesca

Tanti gli eventi nei tre giorni di Boccaccesca dove sia il Borgo medievale che il borgo basso si animeranno. Grandi chef anel borgo alto daranno vita a coking show di grande livello  e i piatti potranno essere assaggiati da chi si sarà preventivamente prenotato.
Non mancheranno i grandi vini, con particolare attenzione agli autoctoni che porteranno gli appassionati  alla scoperta dell’Italia enologica. L’Enoteca di Boccaccesca selezionerà le proposte fornendo un viaggio nella storia e nella cultura attraverso il vino. Apertura anche allo street food ma dedicato alle città gemellate con Certaldo: dalla Germania al Giappone, dalla Francia al Senegal.

Non solo cibo a Certaldo

Non poteva mancare la nota del collezionismo  vintage con un mercato dove sarà possibile trovare dal vinile ai libri, dalla moda all’oggettistica.
Certaldo quindi si prepara a dare il meglio di sé  questa diciottesima edizione di Boccaccesca.

Roberta Capanni


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Sonia Biasin

Giornalista pubblicista, diploma di sommelier con didattica Ais e 2 livello WSET. Una grande passione per il territorio, il vino e le sue tradizioni.

Articoli correlati

Back to top button