Best of Alpe Adria Awards torna a Jesolo

Best of Alpe Adria Awards torna a Jesolo

Print Friendly, PDF & Email
È tutto pronto per la cerimonia ufficiale di consegna Best of Alpe Adria Awards 2019, giunta quest’anno alla sua 8° edizione.
Sarà anche quest’anno la Terrazza Mare Marcandole di Jesolo ad ospitare il prossimo 13 giugno la cerimonia di consegna dei Best of Alpe Adria Awards alle migliori cucine e vini prodotti nella macroregione europea Italia, Austria, Slovenia e Croazia.
La grande cucina, i migliori ristoranti, gli chef, i piatti, i vini e i prodotti premiati nella 23° edizione della Guida Best Gourmet 2019, tutti insieme in una serata all’insegna del gusto e delle tradizioni. Una guida nata 23 anni fa dall’idea di Maurizio Potocnik, giornalista enogastronomico che con il suo club Magnar Ben Editore che ha riunito i grandi nomi del giornalismo enogastronomico per dare alle stampe una guida che è anche il racconto del territorio dell’Alpe Adria, tra Italia, Austria, Slovenia e Croazia (Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Carinzia, Stiria, Slovenia, Istria e Quarnaro, ricche di storici intrecci socio-culturali, di commerci, agricoltura e naturalmente di cucina.
Alla serata di premiazione saranno presenti oltre al patron Maurizio Potocnik, anche tutti i giornalisti che per una intera stagione hanno battuto il territorio alla ricerca delle realtà più interessanti e delle eccellenze enogastronomiche. Da Morello Pecchioli a  Giuseppe Casagrande a Francesco Lazzarini e ancora Furio Baldassi, Andrea Ciprian, Cristiana Sparvoli, Marina Tagliaferri, Mario Stramazzo, Francesco Turri, Chiara Giglio,Tiziana Rinaldi, Marisa Cartotto, Stefano Falcier, Dario Penco.
Ecco i nomi dei premiati per il 2019:
Award miglior cucina creativa:
El Molin – Chef Alessandro Gilmozzi – Cavalese (TN Italy)
Award miglior piatto dell’anno:
Filetto alla Rossini – Chef Giovanni Rugolotto – Hostaria San Benedetto – Montagnana (Pd – Italy)
Award miglior ristorante emergente:
Dam – Chef Uros Facuk – Nova Goriza (SLO)
Award miglior cucina di agriturismo:
Agriturismo Due Laghi – Nadia e Chef Paolo Bazzoli – Peschiera del Garda (VR – Italy)
Award miglior piatto non cucinato:
Degustazione formaggi di Tiziano Scandogliero – Locanda Le 4 Ciacole – Roverchiara (Vr – Italy)
Award miglior ristorante d’Hotel:
Met – Hotel Metropol – Chef Luca Veritti – Venezia (Ve – Italy)
Award migliore osteria:
Antica Osteria Morelli – Chef Fiorenzo Varesco – Pergine Valsugana (Tn – Italy)
Award miglior bistrò:
Caffè Garibaldi – Chef Lorenzo Cogo Vicenza (Vi – Italy)
Award menù gran Gourmet al minor costo:
Osteria V – Antico Veturo – Chef Andrea Nardin – Fratelli Pojana Trebaseleghe (Pd – Italy )
Award miglior cestino di pane al ristorante:
Villa Selvatico – Chef Alessandro Rossi Roncade (Tv – Italy)
Wines awards best of Alpe Adria 2019
Award migliore bollicine Metodo Classico:
Ferrari Riserva Lunelli 2009 – Cantine Ferrari Trento – Trento (Tn – Italy)
Award miglior Metodo Ancestrale:
Rosato Winkler 2017 (rifermentato col fondo biologico) – Winkler Alessandro – Vittorio Veneto (Tv – Italy)
Award miglior vino bianco:
Malvasia Riserva 2015 (edizione limitata) – Vignaioli Specogna – Corno di Rosazzo (Ud – Italy)
Award miglior vino autoctono:
Gran Malvasia 2016 – Moreno Coronica (Istria – Croazia)
Award miglior vino rosso:
Refosco dal Peduncolo Rosso 2012 – Paolo Rodaro – Spessa di Cividale (Ud – Italy)
Food awards best of Alpe Adria 2019

Award migliore dolce artigianale:
Veneziana al cioccolato e spezie – Dario Loison – Loison Pasticceri – Costabissara (Vi – Italy)
Award miglior panificatore artigianale:
Adriano Bottecchia – Panificio Bottecchia – Lago (Tv – Italy)
Award miglior confettura:
Composta biologica di pere e zenzero – FontanaBio Erica Fontana – Arcè di Pescantina (Vr – Italy)
Award miglior prosciutto crudo artigianale:
Prosciuttificio Bagatto – Prosciutto Crudo di San Daniele – San Daniele del Friuli (Ud – Italy)
Award miglior pesce:
Lingotto delle Dolomiti – Trota Oro – Preore (Tn – Italy)
Tutte le informazioni qui

About The Author

Sonia Biasin

Wine Writer, Diplomata sommelier con didattica Ais e 2 livello WSET. Una grande passione per il territorio, il vino e le sue tradizioni.

Related posts