Best Gourmet Award: il meglio dell’Alpe Adria

Best Gourmet Award: il meglio dell’Alpe Adria

Print Friendly, PDF & Email

La magnifica spiaggia di Jesolo ha accolto anche quest’anno la cerimonia di premiazione dei Best Awards 2020, assegnati dalla guida Magnar Ben Best Gourmet of Alpe Adria.

La cerimonia, slittata dalla primavera all’autunno a causa dell’emergenza covid, ha visto sfilare sulla passerella della terrazza mare Mercadale, sotto un tiepido sole autunnale, le migliori eccellenze dell’Alpe Adria.
A consegnare i premi, insieme al patron Maurizio Potocnik un ospite di riguardo davvero eccellente: il neoeletto governatore della Regione Veneto, Luca Zaia.
Questi i premi consegnati tra racconti di vita, battute scherzose, saluti di gomito e foto di rito:
  • Ristorante dell’anno: Ilija Golf Club Tarvisio di Tarvisio (Ud)
  • Chef dell’anno: Stefano Basilio del Ristorante al Fogolar Là di Moret di Udine
  • Miglior patron dell’ospitalità: Enrico Fiorini di Tenuta San Martino di Legnago (Vr)
  • Miglior ristorante della tradizione: Osteria dai Mazzeri di Follina (Tv)
  • Miglior ristorante di mare: L’Oste Scuro di Verona
  • Miglior ristorante di montagna: Baita Mondschein di Sappada (Ud)
  • Miglior pizza gourmet: Equilibri di Treviso
  • Miglior nuova apertura: Peter Brunel ristorante Gourmet di Arco (Tn)
  • Miglior ristorante emergente: La posa degli Agri di Polverara (Pd)
  • Miglior piatto dell’anno: Spaghetti in Cassopipa del ristorante Antiche Campane di Venezia
  • Miglior carta dei vini: Ristorante ai mercanti di Venezia
  • Ristorante della ricostruzione: Alle Codoke di Canale di Agordo (Bl)
  • Miglior pasticceria fine al ristorante: Tre Panoce di Conegliano
  • Miglior prodotto dolciario: Gubana Artigianale e San Zuan Elisir di noce de L’Antica Ricetta di Cornons (Go)
  • Miglior formaggio: Bufala al Gilera di Perenzin Latteria di Bagnolo di San Pietro di Feletto (Tv)
  • Miglior pane della tradizione: Coppia ferrarese del panificio Artigiano Farinelli di Lagosanto (Fe).
  • Miglior spumante metodo classico: Tamellini 2010 di Soave
  • Miglior spumante metodo italiano: Col Credas Rive Farra di Soligo dell’azienda Adami di Farra di Soligo
  • Miglior vino rifermentato in bottiglia: Strada Riela sui lieviti di Firmino Miotti di Breganze (Vi)
  • Miglior vino bianco: Sauvignon Roncò delle mele 2018 dell’azienda Venica & Venica di Dolegna del Collio (Go)
  • Miglior vino rosso: Teroldego Rotaliano DOC Sangue di Drago 2016 dell’azienda Donati Marco di Mezzacorona (Tn)

About The Author

Sonia Biasin

Wine Writer, Diplomata sommelier con didattica Ais e 2 livello WSET. Una grande passione per il territorio, il vino e le sue tradizioni.

Related posts