Agenda

Benessere come stile di vita

Dal 17 al 19 settembre in oltre 120 Paesi, la Val di Fiemme – unica realtà al mondo a partecipare come intero territorio – presenta un piatto elaborato per l’occasione dallo chef stellato Alessandro Gilmozzi (El Molin di Cavalese). Durante il World Wellness Weekend sarà possibile gustare lo Spiralotto Felicetti al burro di malga, croccante di segala e salvia Sclarea in selezionati ristoranti del territorio. Ricco e prelibato il calendario delle iniziative enogastronomiche in programma tra Fiemme, l’Altopiano di Piné e la Valle di Cembra durante tutto il fine settimana.

Val di Fiemme, 15 settembre 2021_La pasta fa bene. Lo spiegherà dettagliatamente lo chef stellato Alessandro Gilmozzi del ristorante El Molin di Cavalese tra i relatori del primo “Dolomites Well-being Summit” organizzato il 17 settembre in occasione del World Wellness Weekend in Val di Fiemme (ore 15.30, Casa Starpool, Ziano di Fiemme).

La valle trentina è la prima e unica al mondo a partecipare all’appuntamento internazionale che nel prossimo fine settimana, dal 17 al 19 settembre, celebrerà il benessere come stile di vita in oltre120 Paesi. Tante le attività in programma, tra cui non mancheranno iniziative gastronomiche perché, si sa, il benessere passa anche dalla tavola, e dalla pasta.

 

Non a caso il piatto studiato per la valle in occasione dell’evento dallo chef Gilmozzi è lo Spiralotto al burro di malga, croccante di segala e salvia Sclarea eseguito con pasta (anche di tipologie diverse) del celebre Pastificio Felicetti di Predazzo: una ricetta che sottolinea il legame tra buon cibo, benessere e territorio.

 

«Abbiamo scelto la pasta perché è amica del buonumore – spiega lo chef fiemmese –. Mangiarla fa bene, i carboidrati complessi aumentano la velocità con cui il triptofano viene fabbricato nel cervello, favorendo la sintesi della serotonina, l’ormone del benessere. Perché il burro? Perché è un alimento genuino ad alta digeribilità: contiene molti acidi grassi a “corta catena”. Nel burro c’è molta vitamina A, importante come fattore antiossidante contro i radicali liberi ed essenziale per la salute della pelle, delle mucose e per il perfetto funzionamento della vista. La salvia Sclarea infine è conosciuta per le sue ottime proprietà rilassanti».

 

Per tutti il fine settimana sarà possibile degustare il Piatto World Wellness Weekend all’interno di selezionati ristoranti della valle tra cui il Ristorante La Stüa e la Pizzeria Excelsior di Cavalese, Baita Tonda a Doss dei Laresi, Baita Bucaneve in Località Castelir, Le Migole a Lago di Tesero e il Ristorante ‘L Bortoleto a Predazzo.

 

La Val di Fiemme si diverte a stuzzicare il palato di ospiti e residenti tutto l’arco dell’anno con speciali iniziative: la Mappa di Tradizione e Gusto, il curioso Passaporto del Gusto e i Trekking Gourmet.

La mappa “Tradizione e Gusto Val di Fiemme” rivela i luoghi del gusto e del benessere che garantiscono un rapporto diretto fra produttore e consumatore. Realtà di eccellenza della tradizione e dell’innovazione gastronomica fiemmese che hanno dedicato il loro impegno alla ricerca di sapori autentici e di atmosfere che restituiscono il calore della vita di montagna. La mappa gustosa accompagna gli ospiti fra ristoranti km 0, produttori, pasticcerie, caseifici, artigiani, rifugi, piccoli alberghi, agritur e B&B che hanno anche sposato scelte di risparmio energetico e bioarchitettura.  

Novità 2021: hotel, ristoranti, agritur, rifugi, pizzerie e pasticcerie della Val di Fiemme fanno rete, perché i sapori buoni devono circolare. Gestori e albergatori della valle consegnano ai propri clienti il Passaporto del Gusto di Fiemme che invita a un viaggio nel viaggio, un’esplorazione di luoghi e di mondi gastronomici. Nelle pagine finali si collezionano i timbri raccolti in ogni locale visitato e testato. Il rituale trasforma il viaggiatore in un “collezionista” assetato di ricordi e di sapori.

L’autunno è il tempo ideale per avventurarsi anche nei Trekking Gourmet: percorsi che accompagnano gli appassionati di rifugio in chalet o di ristorante in cantina. Ogni sosta permette di assaporare un piatto elaborato dai ristoratori di Fiemme e di Pinè-Cembra. 


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Redazione

Club olio vino peperoncino editore ha messo on line il giornale quotidiano gestito interamente da giornalisti dell’enogastronomia. EGNEWS significa infatti enogastronomia news. La passione, la voglia di raccontare e di divertirsi ha spinto i giornalisti di varie testate a sposare anche questo progetto, con l’obiettivo di far conoscere la bella realtà italiana.

Articoli correlati

Guarda anche
Close
Back to top button