Atmosfere delle Feste più calde con i nuovi distillati Pilzer

Atmosfere delle Feste più calde con i nuovi distillati Pilzer

Print Friendly, PDF & Email

Nell’imminenza delle Festività Natalizie, il distillatore trentino Bruno Pilzer presenta la sua nuova linea di distillati d’alta gamma: “Historiae” e l’ultima novità di casa Pilzer: “Gin Pilz”, il Gin delle Dolomiti.

Tutto inizia da una idea di papà Vincenzo che nel 1956 decide di fondare una distilleria a Faver (provincia di Trento) nel cuore della Valle di Cembra, conosciuta come valle di Distillatori; il figlio Bruno “nato con la grappa”, gli piace dire, diventa Mastro Distillatore e, affiancato dal fratello Ivano, consolida la Distilleria Pilzer, Pilzer - Bruno e Ivano PIlzergià ben piazzata sul mercato con distillazione di diverse varietà di frutta producendo Acquaviti di Pere Williams, di Albicocche, di Mele, di Mele Cotogne, e ancora Acquaviti di Uva e Acquaviti di Vino accanto alle Grappe di monovitigno.
Dal 2001 l’impianto viene trasferito a Portegnac, poco fuori Faver, antico luogo d’acqua e di ‘spiriti’, come raccontano leggende celtiche. PILZER TERRITORIO_1
La distilleria Pilzer è oggi una delle più prestigiose non solo del Trentino, ma dell’Italia intera. Nel corso della sua storia, ha ottenuto medaglie, premi e riconoscimenti a molti dei più importanti concorsi nazionali e internazionali di settore.

«Noi siamo una piccola realtà – ha dichiarato Bruno Pilzer in un’intervista – e con il Gin Pilz (fungo, in tedesco) non vogliamo tradire le nostre origini. Anzi, nella nostra ricetta il grosso arriva dai boschi trentini e l’acqua è di qualità essendo delle Dolomiti. In distilleria inoltre la produzione di gin e di grappa vanno d’accordo perché il gin si può fare in qualunque momento, a prescindere dall’arrivo di vinacce, e così occupiamo lo stabilimento in più periodi. L’esperienza del taglio della testa e della coda per ottenere un distillato forte ma di qualità torna poi utile anche per il gin. Che, essendo un prodotto internazionale, può essere di traino per aprire il mercato della grappa».

Gin Pilz (40% vol.) è confezionato in elegante bottiglia quadrata da 70 cl. Nel distillato il profumo del ginepro ben si fonde con gli aromi provenienti da altre 15 diverse erbe naturali. GinIl suo gusto secco e piacevole lo suggerisce per il consumo liscio, con ghiaccio, oppure con acqua tonica o come ingrediente per cocktail e long drink.

“Historiae”, per la nuova linea di grappe, è un nome che riporta alla memoria i grandi storici della latinità (Sallustio, Tacito), Pilzer - Historiae Grappa 7 annima evoca anche le storie di vita della famiglia Pilzer, fatta di ricerche, sperimentazioni, discussioni tecniche, progettualità, sfide produttive, che si sono oggi tradotte in tre acquaviti d’eccellenza: una Grappa di Moscato Rosa, una Grappa Invecchiata 7 anni, un Brandy (Portegnac) Invecchiato 11 anni.  I tre distillati della linea “Historiae” sono confezionati in eleganti bottiglie quadrate da 70 cl., e sono accompagnati da prestigiosi cofanetti singoli.

Maura Sacher

About The Author

Related posts