Info & Viaggi

Aspettando l’Aglianicone

Proteso come una penisola tra i golfi di Salerno e Policastro, il Cilento è terra di tanti piccoli paesi ognuno con la sua storia, usi e costumi ereditati dalle differenti dominazioni.

Nel nucleo originario dell’Alto Cilento vi è Prignano, un abbraccio di dolci colline vestite di alberi da frutta, ulivi e viti a preservare le culture autoctone, un territorio generoso che anni si pone a tutela di un vitigno antico a rischio scomparsa “l’Aglianicone”.
Un progetto fortemente sostenuto dall’azienda vitivinicola De Concilis che nel 1996 è entrata in punta di piedi nel mondo del vino e da subito ha brillato per la grande dinamicità nella sperimentazione finalizzata alla qualità, conosciuta oggi per i suoi vini che nascono da un‘attenzione particolare al territorio e alle uve, vini senza lieviti aggiunti, né solfiti, semplicemente l’espressione del territorio cilentano.

L’Aglianicone è un  vitigno autoctono che stava scomparendo, tanto simile, ma altrettanto differente dal lontano parente Aglianico, per non perderlo nel tempo la De Concilis dal 2007, coinvolgendo altre aziende vitivinicole locali, ha abbracciando un progetto che  tiene d’occhio il miglior adattamento del vitigno al territorio, i differenti comportamenti da vigneto a vigneto e i risultati delle piccole vinificazioni, puntando a lasciarlo esprimere al meglio per un vino da commercializzare quanto prima.

L’Aglianicone ha grappoli che arrivano a maturazione fenologica più precocemente anche in annate difficili rispetto all’Aglianico, risulta più resistente agli attacchi delle crittogame, per cui un vitigno adatto alla coltivazione biologica.

In cantina le microvinificazioni danno già indicazioni sul carattere del vino, sottolineando una maggiore morbidezza e dolcezza dei tannini rispetto all’Aglianico, unitamente a caratteristiche aromatiche molto interessanti.

Grazie alla caparbietà di uomini e donne gelosi custodi della propria terra e del buono che in essa è radicato, vitigni quasi anonimi che stavano scomparendo, oggi ci donano vini molto interessanti, auguriamo all’Aglianicone di seguire la stessa scia.

Angela Merolla

VITICOLTORI DE CONCILIIS
Prignano Cilento (SA)
www.viticoltorideconciliis.it


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Redazione

Club olio vino peperoncino editore ha messo on line il giornale quotidiano gestito interamente da giornalisti dell’enogastronomia. EGNEWS significa infatti enogastronomia news. La passione, la voglia di raccontare e di divertirsi ha spinto i giornalisti di varie testate a sposare anche questo progetto, con l’obiettivo di far conoscere la bella realtà italiana.

Articoli correlati

Back to top button