Bologna e il resto del mondo

Addio a Corrado Corazza: una vita dedicata al vino e all’insegnamento

Addio a Corrado Corazza: una vita dedicata al vino e all'insegnamento

Addio a Corrado Corazza: una vita dedicata al vino e all’insegnamento

Corrado Corazza ha dedicato tutta la sua vita all’insegnamento e alla Cantina da lui fondata. 

Laureato in ingegneria alla Università di Bologna cominciò a lavorare alla Philips e alla Sabiem. Quindi per 35 anni ha insegnato Ingegneria elettronica e delle costruzioni all’Istituto Aldini Valeriani. 

Il matrimonio con Maria Luisa Lodi erede di una antica Famiglia Bolognese che possedeva poderi sulle colline di Zola Predosa e nella pianura di Madonna dei Prati lo portò a fondare una cantina che è diventata una delle più importanti del territorio dei Colli Bolognesi. 

Un costante e assiduo lavoro di espianto in pianura e di impianto in collina portarono l’azienda ad una estensione di 18 ettari complessivi nel 1980. 

Il vino in damigiana e le prime bottiglie che recano lo stemma di famiglia cominciarono ad essere vendute nel 1975 e nel 1990 venne edificata la nuova cantina che lui stesso aveva progettato. 

Dal 1997 l’azienda è guidata dai figli Silvia e Cesare che lo avevano affiancato da alcuni anni e che si sono fieramente opposti insieme a lui a un piano regolatore e a tentativi di urbanizzazione delle colline a ridosso di Zola Predosa.

 Era solito dire che con la costruzione di uno solo dei palazzi previsti avrebbero incassato come in dieci anni di utili della azienda agricola ma lui e la famiglia non se la sono sentita.

 “Abbiamo l’agricoltura nel nostro sangue” diceva a chi gli chiedeva perché non avevano venduto parte dei terreni della loro azienda. 

L’unico appezzamento di terreno che è stato ceduto con piacere dalla famiglia ha portato alla costruzione della scuola elementare di Ponte Ronca e di un giardino pubblico. 

Promotore e fondatore del Consorzio dei Vini dei Colli Bolognesi era molto stimato e apprezzato per la sua franchezza, la finezza, la gentilezza e la sobrietà del suo carattere.

Umberto Faedi 


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Umberto Faedi

Vicedirettore

Articoli correlati

Back to top button