A Torino si “spaccia” con gusto.

A Torino si “spaccia” con gusto.

Print Friendly, PDF & Email

A due passi dalla piazza simbolo della città, una pizzeria “ad hoc” in cui qualità e convenienza vanno gustosamente a braccetto, invita le nostre papille gustative a cadere in tentazione…

Prendete due uomini maturi, Beppe e Salvatore, provenienti da esperienze professionali distanti dalla ristorazione, nello specifico dal mondo della grafica e della fotografia. I due sono stufi della routine e hanno una gran passione per la buona cucina, soprattutto per la pizza. Metteteli a gestire una pizzeria…attenzione, con tutto il rispetto per questi luoghi di ristorazione così definiti, non parliamo della solita pizzeria ma di un vero e proprio  “spaccio del gusto” ossia  “Pizza ad hoc”.

Il risultato è davvero interessante e degno di nota. Questa è la loro storia. La passione per il buon cibo e la congiuntura economica non favorevole, spinge, nel settembre del 2007, i simpaticissimi e capaci Beppe e Salvatore a realizzare il sogno di sempre ed aprire in Via Plana 7/B a Torino, ad un soffio dalla splendida piazza Vittorio Veneto, un angolo di ristorazione presso cui poter gustare un’ottima pizza, spendendo il giusto, in un ambiente colorato ed accogliente.
Dimostrano di avere del talento a partire dalla scelta dell’ arredamento. Nulla è lasciato al caso infatti, colori accesi e caldi seducono subito l’avventore, successivamente e definitivamente catturato dalla qualità delle proposte culinarie. La particolarità della pizza ad “hoc” è data dall’impasto che prevede l’utilizzo di tre farine differenti, una delle quali a base di soia che contribuisce a rendere l’impasto stesso più croccante e gustoso.

Inoltre una lunga lievitazione (48 ore almeno) ed una temperatura controllata, rendono la pizza molto digeribile. I due arguti signori dimostrano così di aver messo bene a frutto gli studi preliminari effettuati nel campo delle materie prime da utilizzare. And the last but not the least…le farciture previste sono di ottima qualità! Verdure fresche di stagione, formaggi e salumi tipici della zona e olio extra-vergine di oliva, rendono la pizza davvero indimenticabile.

Ma attenzione: non solo pizza presso lo “spaccio”. Infatti potrete gustare anche un’ottima farinata ed appetitose insalate con abbinamenti molto gradevoli. Il tutto accompagnato dall’eccellente birra Angelo Poretti (ora parte della grande famiglia CARLSBERG), sia alla spina (da sottolineare l’assenza di CO²) che in bottiglia.
Ma ciò che rende il conto finale non salato è la particolarità del servizio proposto.

Trattasi infatti, mi spiega Beppe non senza una punta di orgoglio, di Ristorazione non Assistita, ovvero l’avventore provvede da sé ad apparecchiare e sparecchiare la propria tavola. Ciò vuol dire niente costi accessori sul conto! Degno di menzione anche l’impegno sociale di Beppe e Salva: collaborano con l’associazione “Casa del mondo” proponendo stage formativi a giovani rifugiati politici. Ai due giovin signori si è attualmente aggiunto un terzo socio, Marco, un tempo lavoratore dipendente presso lo spaccio. E se desiderate gustare la pizza a casa ovviamente il servizio a domicilio è assicurato. www.pizzaadomiciliotorino.it – tel. 011/8128643.

Anna Beccaccini

a.beccaccini@egnews.it

 

About The Author

Related posts