Il Soave parla giapponese

Il Soave parla giapponese

Print Friendly, PDF & Email

Sono 14 le cantine del Soave volate a Tokyo per due importanti giornate di promozione il 12 e il 13 settembre.

La giornata dei produttori si è rivelata molto intensa con un primo appuntamento che ha visto le aziende, che già dispongono di un importatore sul territorio, impegnate in un seminario in cui sono stati presentati 11 Soave ad una platea di 70 giornalisti, buyer e professionisti del settore. In parallelo , le altre 3 aziende sono state coinvolte in un programma b2b con delegati commerciali giapponesi per consentire loro di entrare in un mercato dalle interessanti abitudini gastronomiche.

A tal proposito sono infatti state presentate a inizio lavori due guide ad opera del Consorzio di tutela del Soave “Soave Wine & Japanese Cusine” e “Soave”, strumenti importanti creati appositamente per trasmettere la cultura dei vini abbinati ai prodotti tradizionali.

“All’interno del mese dedicato all’Italia, – spiega Aristide Martellini, direttore dell’ Ice di Tokyo – in un anno in cui la qualità delle uve e le quantità ci permettono di prevedere che i nostri vini creeranno una forte competizione ai vini francesi sul mercato, queste iniziative assumono un valore particolare”.

La prima giornata si è conclusa poi con un walkaround tasting che ha coinvolto circa 200 wine lover.

“Ancora una volta i nostri produttori sono pronti a farsi testimoni dei nostri vini e della nostra cultura del vino – ammette Arturo Stocchetti, Presidente del Consorzio del Soave – decidendo di investire nei progetti in cui la nostra realtà consortile crede fortemente. A tutti i produttori, il plauso di essere qui oggi presenti in un paese la cui cucina trova un feeling eccezionale con i nostri vini.”

About The Author

Related posts