Info & Viaggi

A Strassoldo i giardini dei Castelli si vestono di Primavera

A Strassoldo i giardini dei Castelli si vestono di Primavera

Al Castello di Strassoldo di Sopra, dopo due anni di sospensione a causa del Covid, dall’8 al 10 aprile 2022, week-end delle Palme, con mezza giornata il venerdì (h 14-19) e giornata intera il sabato e la domenica (h 9-19). ritornerà l’evento primaverile dal romantico titolo “Magici Intrecci Primaverili”.

Da ventiquattro anni a Strassoldo , uno dei Borghi più belli d’Italia in Friuli Venezia Giulia, si trovano due volte all’anno, in primavera ed in autunno, selezionatissimi vivaisti, artigiani, decoratori ed espositori d’eccellenza provenienti da tutta l’Italia, per dare vita ad un magico intreccio tra storia, fantasia, creatività ed ambiente naturale.

Magici intrecci primaverili ovunque

Suggestive decorazioni saranno dislocate lungo un incantevole percorso attraverso il pianoterra del corpo principale del Castello di Sopra, il parco con l’Orangerie, la pileria del riso, il brolo e la cancelleria del maniero, dove alcuni dei migliori vivaisti italiani esporranno piante rare, antiche e particolari.

Favoriti dal microclima particolare delle zone delle risorgive e dal fatto che i proprietari dei castelli preservano la biodiversità del luogo, curano le aree verdi e non usano pesticidi, i parchi dei Castelli di Strassoldo sono ricchi di alberi, essenze, arbusti, piante e fiori e offrono un habitat ideale per una fauna variegata, da caprioli a lepri, volpi, ma anche puzzole e faine.

La vegetazione attorno al fiume Taglio offre riparo a una grande varietà di uccelli legati all’ecosistema fluviale, come cormorani, aironi, martin pescatori, germani reali.

Il castello si apre al pubblico

“Magici Intrecci Primaverili” sarà, infatti, anche l’occasione per visitare gli interni del castello, con i salotti, la sala d’armi e l’antica cucina rilucente di antichi rami, tra le cui pareti esporranno antiquari e raffinati artigiani.

Negli spazi interni ed esterni, i maestri artigiani proporranno décor e arredi per la casa e il giardino, creativi capi d’abbigliamento, cappelli, borse, lavori a telaio (tappeti, sciarpe, giacche, gilet), tradizionali “scarpèt” friulani riproposti in chiave ecosostenibile, creativi gioielli in oro e argento, oggetti in cartone e legno rivestiti di carte vintage, cesti, lampade e sculture in fil di ferro, candele, ceramiche.
Vi troveranno spazio anche prodotti naturali per la cura di piante, persone, animali e molti altri raffinati oggetti difficili da trovare altrove, selezionati con cura dalla padrona di casa.

Gli angoli gastronomici

In due angoli ristoro, nel cortile del palazzo principale e nel brolo, non mancheranno specialità alimentari di piccoli laboratori artigianali, come cioccolate, torte glassate, biscotti e pasticcini artigianali, primizie dell’orto e derivati e olio extravergine d’oliva provenienti dall’Umbria, formaggi della Franciacorta, vero aceto balsamico e speciali condimenti ottenuti dalla lavorazione di una vasta collezione di peperoncini coltivati in Friuli.

Ricca anche la sezione dedicata alle golosità con specialità alimentari di piccoli laboratori artigianali: cioccolate, torte glassate, biscotti e pasticcini, primizie dell’orto, prodotti biologici e senza glutine, tisane, aceto balsamico di Modena, condimenti a base peperoncino, vini, olio EVO.

A corollario

In programma anche una serie di piacevoli iniziative collaterali, come le visite guidate agli esterni dei due castelli (di Sopra e di Sotto) e alla chiesetta di Santa Maria in Vineis, una mostra di galline ornamentali a cura dell’A.F.A., Associazione Friulana Avicoltori, nonché libere conversazioni su piante e fiori.

L’evento – che si terrà in tutta sicurezza nel rispetto delle normative anti Covid – si svolgerà anche in caso di pioggia, dato che gran parte degli espositori saranno ospitati negli interni del castello e quelli all’estero saranno protetti da grandi gazebo, come d’uso per queste iniziative di campagna.

Per informazioni e prenotazioni: www.castellodistrassoldo.it.

Maura Sacher

 


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Articoli correlati

Back to top button