A Serrapetrona appuntamento con Appassimenti aperti per celebrare il suo prezioso vitigno

A Serrapetrona appuntamento con Appassimenti aperti per celebrare il suo prezioso vitigno

Print Friendly, PDF & Email

A Serrapetrona, un borgo medievale in provincia di Macerata, la 12° edizione di “Appassimenti aperti” si terrà nelle due domeniche 11 e 18 novembre 2018, evento organizzato dall’Istituto Marchigiano di Tutela Vini per valorizzare l’unicità di questo gioiello dell’enologia, vitigno storico delle sue colline.

Ogni anno a Serrapetrona, la manifestazione Appassimenti aperti celebra il vitigno autoctono Vernaccia Nera nelle sue due espressioni: la Vernaccia di Serrapetrona Docg, spumante rosso aromatico e armonioso, e il Serrapetrona Doc, vino fermo dal gusto avvolgente e speziato.
Un vitigno antico coltivato esclusivamente in una piccola area nell’entroterra di Macerata, dove la produzione della Vernaccia Nera rappresenta una vocazione, un patrimonio storico da far gustare e da vivere direttamente nei luoghi di produzione, con visite in cantina.

La storia di uno dei vini simbolo delle Marche torna al centro dell’annuale evento che si conferma punto di riferimento per gli interessati di enologia, ma anche di tradizione e cultura.

Nelle due domeniche di novembre i visitatori si potranno aggirare tra gli appassimenti, i luoghi dove le uve vengono riposte dopo la vendemmia ad appassire, disposte in cassette o appese, anche al soffitto, richiamando lontane usanze. Il fascino degli appassimenti, la loro capacità di raccontare una storia antica che ad ogni stagione si rinnova, hanno fatto il successo di questa manifestazione, diventata uno degli eventi irrinunciabili del panorama enologico.

Oltre ad aprire le cantine, i produttori saranno presenti con i loro stand nella piazzetta del paese, dove tra musica, mercatini e prelibatezze gastronomiche a chilometro zero si continuerà a degustare i due volti del vitigno: la Vernaccia di Serrapetrona docg, unico vino rosso spumante docg in Italia, ottenuto attraverso una tecnica di produzione unica che prevede ben tre fermentazioni, e il Serrapetrona doc, vino fermo che vuole riscoprire l’anima più antica della Vernaccia Nera.
Queste le cantine di Appassimenti aperti 2018: Azienda agricola Alberto Quacquarini, Azienda agricola Lanfranco Quacquarini, Cantine Fontezoppa, Podere sul Lago, Terre di Serrapetrona e Vitivinicola Serboni.

Ma l’appuntamento con Appassimenti aperti non è solo per buon vino, Serrapetrona è uno splendido borgo, situato a 500 m sopra il livello del mare. Il termine Serra, di origine longobarda, indica un abitato fortificato con funzioni di sbarramento a difesa dell’inizio di una valle Petrona di pietra. Da visitare nel borgo: la Chiesa e il convento di San Francesco, che custodisce il grandioso polittico eseguito sul finire del XV secolo dal settempedano Lorenzo D’Alessandro; la Chiesa di S. Maria delle Grazie, affrescata dal D’Alessandro; la Chiesa di Santa Maria in Piazza del XV secolo.
Le due domeniche saranno l’occasione per visitare l’esposizione in corso a Palazzo Claudi: “Attrezzi, ornamenti, armi e corazze”, mostra paleontologica con reperti unici al mondo, tra cui lo scheletro di un dinosauro datato 75 milioni di anni.

Maura Sacher

About The Author

Related posts