Info & Viaggi

A Grado un convegno su Turismo e risorse tra mare e terra

A Grado ancora grandi eventi nell’orbita della celebrazione dei centotrent’anni di vita del turismo gradese (1892-2022).

Il 29 e 30 settembre all’Auditorium Biagio Marin dell’Isola del Sole si svolge il Convegno “Turismo e risorse tra mare e terra: esperienze e prospettive”, organizzato dal Comune di Grado in collaborazione con la rassegna Grado130.

Il convegno intende mettere sotto la lente di ingrandimento gli elementi del binomio mare-salute, giacché, se è ben vero che gran parte dell’industria del turismo fa affidamento sulle bellezze della Natura anche, e sempre di più, deve puntare sulle risorse che i territori forniscono.

130 anni non sono troppi: l’isola di Grado, con la sua cittadella, le sue dorate spiagge sabbiose, i suoi dintorni, si è rinnovata da quel giugno del 1892 in cui Francesco Giuseppe decretò che il destino dell’Isola fosse nel turismo e nella cura del benessere.
E ancora vuole seguire l’orientamento di città balneare che la rende celebre in tutto il mondo.

 

Il programma delle due giornate

La due giorni prende origine dal progetto “Mar e Tiaris“, che ha riunito un partenariato pubblico-privato i Comuni di Aquileia, Staranzano, San Canzian d’Isonzo, Fiumicello-Villa Vicentina, Terzo d’Aquileia, Ruda, Cervignano del Friuli e Turriaco, con Grado capofila.

Lo scopo di “Mar e Tiaris” è di valorizzare le due maggiori tipicità di questo territorio affacciato sul mare: l’offerta turistica e la ruralità così ricca e diffusa nel territorio e con una produzione di eccellenze alimentari già ora importanti ma con potenzialità ancora da incrementare.

Il Convegno vede in apertura giovedì 29 settembre una prima sessione affidata alla relazione di OGS (Istituto Nazionale di Oceanografia e Geofisica Sperimentale) sugli affioramenti rocciosi in Alto Adriatico e il loro ecosistema, nello specifico del progetto TRETAMARA, progetto transnazionale, Italia-Slovenia, per un piano di gestione integrata degli habitat marini dalla grande ricchezza biologica.

Seguono riflessioni sulla Pesca legata alla promozione del turismo, attraverso il FLAG/GAC FVG e ARIES.

 

Inoltre, particolare attenzione viene data ai prodotti a km 0 con un focus particolare sul Santonego, noto come assenzio marino (Artemisia coerulescens), pianta tipica della laguna, utilizzato per fare uno speciale liquore dal brillante color verde che da tempo immemorabile viene gradito come dopo pasto e ultimamente scoperto come egregio componente di long-drinks e cocktails.

 

Nella pausa tra le sessioni la degustazione di prodotti locali a km0 è preparata e servita grazie alla collaborazione con i professori e gli studentidell’ISIS Pertini ad indirizzo professionale enogastronomia e ospitalità alberghiera della succursale di Grado.

La giornata prosegue con il Seminario internazionale per la promozione della bachicoltura con relazioni finali sul progetto SILK.
Progetto che ha coinvolto oltre 15 aziende agricole in attività formative inclusive di prove tecnico-pratiche sperimentali finalizzate ad avviare un allevamento di bachi da seta.

Gli allevamenti sperimentali si sono svolti sotto la supervisione del CREA di Padova e della cooperativa Thiel di Fiumicello.

Il Progetto ha, tra l’altro, lo scopo di rilanciare la gelsi-bachicoltura non solo dal punto di vista tessile ma soprattutto per prodotti cosmetici rivolti a centri benessere, SPA, e le stesse terme di Grado.

 

Il futuro del turismo è sostenibile

Il Pomeriggio di venerdì 30 settembre è interamente dedicato al futuro del turismo sostenibile, con riflessioni sulla mobilità e sull’uso dello spazio pubblico dal punto di vista di una destinazione turistica, con tre ospiti d’eccezione provenienti dall’Alto Adige: il dott. Hugo Götsch, il giornalista Georg Weindl e Linda Osti, professore associato della Libera Università di Bolzano e della Bangor University UK.
Moderatore Adriano Del Fabro.

Si parlerà del cicloturismo per buongustai, “due ruote e cinque stelle”, mercato da tempo esistente in Nord America e ancora poco conosciuto in Europa
Ed infine delle sfide che attendono gli operatori di tutti i settore interessati per promuovere un turismo davvero sostenibile.

 

A meritata conclusione verrà presentato il libro di Andrea Mati “Salvarsi con il verde. La rivoluzione del metro quadro vegetale”, in cui l’autore ci svela un nuovo rapporto con la bellezza del mondo naturale che possiamo salvare nel nostro piccolo, nel metro quadro intorno a noi.

Per maggiori info: Comune di Grado – Servizio Ambiente; mail: ambiente@comunegrado.it, tel. 0431 898289.
E anche, per vedere gli eventi svolti dal Comitato Grado130: https://www.facebook.com/consorziogradoturismo2018/

Maura Sacher

 


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Articoli correlati

Back to top button