Stile e Società

A Bagnacavallo si elegge il miglior Bursôn in commercio nel 2020

Sono 5 i vini che il 15 Settembre si contenderanno il prestigioso titolo al concorso enologico “A che punto siamo?”, giunto alla 17esima edizione

Il concorso enologico “A che punto siamo?” E’ arrivato alla serata conclusiva.
Martedì 15 Settembre, ore 2O.OO presso il Ristorante di Piazza Nuova  a  Bagnacavallo, si eleggerà  il miglior Bursôn Etichetta Nera (la riserva) in commercio nel 2020, nel corso di una cena con degustazione, aperta al pubblico.
Proprio il pubblico presente alla serata sarà la giuria popolare, il cui giudizio conferirà l’ambito riconoscimento al vino di uno dei produttori del Consorzio “Il Bagnacavallo”.

I 5 Bursôn Etichetta Nera finalisti, emersi da una selezione preliminare curata dall’AIS Romagna.
Le aziende: Bacchilega Elio  di Bagnacavallo con l’annata 2015,
Poderi Morini di Faenza con l’annata 2012.
Randi Augusto di Lugo con l’annata 2015.
Soc.Agr.Randi di Fusignano con l’annata 2016,.
Az.Agr. Spinetta  di Faenza con l’annata 2013.

Come ogni anno, al vincitore andrà il “Cavallo Nero”, un originale collarino con brillante nero, ideato, realizzato e offerto dall’orafo Paolo Ponzi di Bagnacavallo.

Il menù che accompagnerà la serata:  Antipasto: lonzino affumicato  su salsa  allo yogurt riso soffiato e insalatina di finocchi.
Primo: Risotto mantecato al Bursôn con salciccia e porcini croccanti.
Secondo: cappello del prete brasato al Bursôn, pavé di patate e boretana caramellata, Dessert: Cheesecake al cioccolato e gelato al Bursôn.

Costo della serata 30€.

Per informazioni e prenotazioni entro il 13 Settembre: 0545 61632 – 338 2894960.

Il Bursôn, ottenuto da Uva Longanesi, è un vino di carattere. Si presenta di un colore impenetrabile, si va dal rubino al granato intenso.
La sua struttura consistente è evidente dopo poche rotazioni nel bicchiere, possibilmente di cristallo, dalla forma ampia e panciuta per coglierne al massimo il bouquet di profumi che vuole offrirci:  ciliegie, more, frutta di bosco con spezie tostate e note di tabacco e vaniglia. Un vino di grande intensità e finezza. Il sorso è energico e carnoso, con un buon equilibrio tra il tannico e l’alcool e, nel finale persistente, resta a lungo in bocca il suo frutto dolce e concentrato, piacevolmente delicato. Per le sue caratteristiche, il Bursôn Etichetta Nera può sopportare l’invecchiamento, migliorando nel tempo.

Inoltre nel mese di novembre il miglior Bursôn 2020 affronterà 4 fra i vini più famosi e blasonati d’Italia (dal Brunello all’Amarone, giusto per fare un paio di nomi importanti) nel corso di una degustazione alla cieca il cui scopo è proprio quello di valutare l’autoctono bagnacavallese nei confronti dei migliori vini nazionali.


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco.
Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746

Redazione

Club olio vino peperoncino editore ha messo on line il giornale quotidiano gestito interamente da giornalisti dell’enogastronomia. EGNEWS significa infatti enogastronomia news. La passione, la voglia di raccontare e di divertirsi ha spinto i giornalisti di varie testate a sposare anche questo progetto, con l’obiettivo di far conoscere la bella realtà italiana.

Articoli correlati

Back to top button