Stile e Società

Fermoimmagine tutto da gustare

Arrivo e lo trovo con le mani in pasta, nonostante decenni d’esperienza alle spalle, Michele Maresca, maestro pizzaiolo di San Marzano sul Sarno, continua a sperimentare lievitazioni e nuovi impasti da lievito madre.
Mi guardo intorno; forno rigorosamente a legna e ben in vista in un ambiente rustico, accogliente che, con i riconoscimenti alle pareti e i trofei sostenuti dalle mensole in legno, racconta dell’impegno di 40 anni nel mondo della pizza.

Solitamente vado di “Margherita”, ma affacciandomi in cucina, un profumino accattivante ha attirato la mia attenzione; in un capiente tegame “pappuliava” (subbolliva) il sugo di pomodoro che ultimava la cottura delle braciole di capra.
E’ questo un piatto che si tramanda da generazioni nel territorio del Salernitano, lì dov’è notevole l’allevamento caprino, per cui da tradizione, la braciola di capra, ricavata dalla spalla o dalla coscia dell’animale e privata delle ossa, incorpora pecorino , un trito di erbe aromatiche e cuoce dolcemente nel sugo del pomodoro locale.

12806111_1133927949951059_6125263995260443651_nLa pizza è fumante e profumata, la sfoglia giustamente sottile accoglie straccetti di braciola di capra, teneri e succosi, insaporiti dal pecorino e dall’inconfondibile sugo di pomodoro San Marzano.

“L’Oasi della Pizza” di Michele, è fritti napoletani artigianali, pizze classiche e innovative, ma la pizza con braciola di capra a mio avviso, è un piacevole fermo immagine del territorio, tutto da gustare.

Angela Merolla


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Redazione

Club olio vino peperoncino editore ha messo on line il giornale quotidiano gestito interamente da giornalisti dell’enogastronomia. EGNEWS significa infatti enogastronomia news. La passione, la voglia di raccontare e di divertirsi ha spinto i giornalisti di varie testate a sposare anche questo progetto, con l’obiettivo di far conoscere la bella realtà italiana.

Articoli correlati

Back to top button